Logo

GNUCOBOL (già OpenCobol) Italian Group

Nuova versione settembre 2019

Accessi dal mondo

Change language
Risorse
Statistiche
Tot. visite contenuti : 43245

OpenCOBOL Italian Group

Out of topic.. where I live

MONTOPOLI DI SABINA (RI)

.... il paese dei corsari

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/51297184_10156084323961149_9014256865260863488_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_oc=AQlwZBJg5MChLtIP17S24e4N2AfdNrReesu-T9enIP5P7OqWcsN784j0T0A3zFuLEBA&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=46f2565b60cbf4be3a9ca16459f19650&oe=5E2C1FD8

https://www.ilmessaggero.it/photos/MED/89/74/4188974_1008_montopoli.jpg

Risultati immagini per PAESAGGI MONTOPOLI DI SABINA

 

Un po' di storia...

Il territorio di Montopoli era abitato fin dall’età del Bronzo da un importante insediamento protostorico e poi arcaico venuto alla luce sul colle di Volpignano e sul prospiciente Colle Ballone. Questo abitato ebbe una continuità di vita ancora fino al IV e III secolo a.C. Le necropoli, come di consuetudine, erano collocate al di fuori dell’abitato. Non lontano dal Tevere, in località Grotte Pinte, sono presenti alcune tombe a camera di età arcaica, scavate nel tufo. Nella frazione di Colonnetta spicca la presenza di un tumulo di proporzioni imponenti, noto come “Tumulo di S. Pietro”, alto circa 25 metri e dal diametro di 40 metri, di cui si tramandano notizie del rinvenimento di armi in ferro e ceramica in stile orientalizzante.

Oggi questo insediamento è stato identificato con Orvinium, antica città degli Aborigeni, che secondo Dionigi di Alicarnasso sorgeva a circa 7 km di distanza da Mefula (Fara in Sabina, loc. Monte San Martino). Dalle parole di Dionigi si deduce che Orvinium fu il centro più importante degli Aborigeni in epoca protostorica, come confermato dai ritrovamenti archeologici. Dionigi riporta la presenza di tombe a tumulo (non numerosissime peraltro in Sabina), così come effettivamente sono presenti in zona (il tumulo di S. Pietro). Il precoce sviluppo urbano sarebbe all’origine del nome stesso di Orvinium (da urbs). Il ruolo egemone di Orvinium sembra andare perduto con l’arrivo dei Sabini e con la fondazione della nuova capitale Cures.

Nel Medioevo era noto come Castellum Montis Opuli, di cui si conserva il mastio a pianta quadrangolare e resti delle mura di cinta. La prima citazione del comune nelle carte dell'Abbazia di Farfa è datata il 4 febbraio 1055.. Nel Palazzo Comunale si conservano gli “Statuti terrae Montisopuli”, in pergamena miniata e risalenti al Cinquecento.

Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo: il nucleo originario risale alla seconda metà del XII secolo.

Sorge su un preesistente tempio pagano dedicato a una divinità della terra (la dea Opi) di cui si rinvenne un simulacro nel 1912. Presenta un bel campanile che domina l'abitato sottostante. Sul sagrato della chiesa è stata murata un'iscrizione dedicata a una certa Emilia, rinvenuta nella Villa romana degli Emili-Scipioni a Rovane, loc. Caravilla, e cita quanto segue:

 

 

Risultati immagini per montopoli di sabina CHIESA SAN MICHELE

 

https://proxy.duckduckgo.com/iu/?u=https%3A%2F%2Fwww.speziale.net%2Fwp-content%2Fuploads%2F2017%2F11%2FMontopoli-di-Sabina.jpg&f=1&nofb=1

 

Chiesa di Santa Maria degli Angeli: (meglio nota come "il Convento") ex convento francescano, conserva affreschi attribuiti a Vincenzo Manetti e ricche decorazioni in stucco di derivazione barocca.

 

 

Risultati immagini per MONTOPOLI DI SABINA CHIESA SANTA MARIA DEGLI ANGELI

Chiesa di Santa Maria delle Grazie: edificio seicentesco di particolare interesse, vanta una Madonna in trono con bambino realizzata nel 1602 da Andrea Bacciomei.

Ex Chiesa di San Sebastiano in Pretoriolo: chiamata dai Montopolesi "La Chiesaccia", è attestata per la prima volta nel Registro di Fare di Gregorio da Catino in un documento dell'anno 817. Funzionale agli abitanti del vicino Castello di Bocchignano, divenne la Chiesa Parrocchiale di Montopoli fino a tutto il XIV secolo. Una volta sconsacrata fu trasformata in lazzaretto, a gestione comunale, con cimitero attiguo. Dopo un lungo periodo di abbandono, nella Chiesaccia nei primi anni del 2000 è stata trasferita la Biblioteca Comunale

 

Risultati immagini per PIAZZA COMUNALE MONTOPOLI DI SABINA

Torre Ugonesca: del X secolo, di pianta quadrata e priva di merli di coronamento abbattuti in tempi recenti, si può ammirare finemente ristrutturata.

È conosciuta come Torre Ugonesca dal nome dell'abate di Farfa Ugo I a difesa dell'Abbazia di Farfa. La Torre è completamente visitabile durante i giorni di festa del paese.

Gode di una vista a 360 gradi su tutti i comuni circostanti e il territorio limitrofo: a nord possiamo ammirare i Monti del Tancia e il Monte San Pancrazio (Umbria); a est il Monte Terminillo, il Gran Sasso e i Monti Sabini; a ovest il Monte Soratte e la Valle del Tevere; a sud, in mancanza di foschia, è possibile ammirare la Cupola di San
Pietro
Risultati immagini per TORRE UGONESCA MONTOPOLI DI SABINA

Bocchignano fa parte del comune di Montopoli di Sabina, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Bocchignano dista 1,26 chilometri dal medesimo comune di Montopoli di Sabina di cui essa fa parte.

Del comune di Montopoli di Sabina fanno parte anche le frazioni o località di Casali (7,91 km), Case Nuove (1,55 km), Case sparse (-- km), Colonnetta (4,68 km), Colonnetta la Memoria (4,72 km), Ferruti (1,53 km), Fontevecchia (2,43 km), Granari (1,75 km), Montopoli in Sabina (0,21 km), Ponte Sfondato (6,46 km), Ponte Sfondato - Coltimone (7,53 km), Santa Maria (3,67 km).

Il numero in parentesi che segue ciascuna frazione o località indica la distanza in chilometri tra la stessa e il comune di Montopoli di Sabina.

La frazione o località di Bocchignano sorge a 175 metri sul livello del mare.

https://proxy.duckduckgo.com/iu/?u=https%3A%2F%2Fagestanet.risorseimmobiliari.it%2Fpublic%2Fannunci%2F02371%2F1165824%2FF_526424.jpg&f=1&nofb=1
Arrivederci a Montopoli...
Risultati immagini per TORRE UGONESCA MONTOPOLI DI SABINA